pedagogia dell'infanzia

L'Asilo Girogirotondo si ispira alla pedagogia steineriana sviluppata negli anni venti del secolo scorso da R. Steiner (1861-1925), il fondatore dell' antroposofia. Questa pedagogia si fonda su una approfondita conoscenza della natura dell'uomo e delle sue fasi di sviluppo. A ogni fase corrispondono una peculiare modalità di apprendimento, campi di esperienza e approcci diversi. All'educatore viene quindi richiesta conoscenza, consapevolezza, flessibilità per entrare in un rapporto empatico e differenziato col bambino a seconda dell'età, quindi anche la capacità di tener conto delle forze, della qualità e delle caratteristiche che il bambino manifesta nei diversi momenti della sua vita. Una formazione continua e un'auto-educazione fanno parte degli impegni dell'educatore.

Qualità peculiare della prima infanzia è l'imitazione, cioè la capacità del bambino di identificarsi con il mondo che lo circonda. Il lavoro dell'educatore poggia su questa facoltà, si agisce quindi col bambino ponendo particolare attenzione sia all'ambiente fisico e morale intorno a lui. Il bambino apprende vedendo l'adulto che per esempio agisce e porta a compimento semplici attività legate alla vita quotidiana: lavare, cucire, riporre, spazzare, asciugare e così via. Si svolgono poi attività sia con ritmo quotidiano che settimanale: disegno, pittura, lavori manuali, euritmia, racconto di fiabe.

Una attenzione particolare viene posta alla ritualità e al ritmo, in quanto strumento formativo e salutare sia a livello organico che interiore. Si alternano ad esempio qualità diverse di atmosfere e sonorità a seconda del momento della giornata e dell'attività pratica: dal vivace cicaleccio del gioco libero, al leggero brusio durante la pittura, al silenzio concentrato durante l'ascolto della fiaba.