perchč un ciclo di otto anni?

Il piano di studi steineriano è articolato in un unico ciclo di otto anni (comprensivo di elementari e medie) nei quali un maestro, affiancato da altri insegnanti di discipline specifiche, è il responsabile della classe e degli insegnamenti principali. Vi sono molti vantaggi nel fatto che i bambini abbiano una figura di riferimento che li accompagni dalla prima all'ottava classe. In primo luogo, in tal modo si crea un rapporto di fiducia nei confronti del maestro, che impara a conoscere profondamente ogni bambino, secondo le sue inclinazioni, le sue capacità e, in generale, secondo la sua individualità. Ciò gli consente di abbracciare con lo sguardo le tappe fondamentali dello sviluppo di ogni bambino e di guidarlo verso il superamento delle difficoltà che può incontrare. In secondo luogo bisogna considerare che le maggiori difficoltà che un bambino incontra nel ciclo prima ottava, non stanno tanto nell'accostarsi allo scibile, quanto nel colmare le proprie mancanze tendendo alla qualità anche nei campi in cui non si hanno talenti naturali. Per questo è un bene che un solo maestro porti tutte le materie principali: solo così si offre ai bambini un vero modello. Vedranno che un uomo, nonostante i suoi talenti e le sue carenze, è in grado di accostarsi a tutte le sfere del sapere e del fare. Questa ricchezza deve essere trasmessa ai bambini ed il maestro deve tentare di superare in se stesso tutte le unilateralità. Per questa ragione tutti i maestri e le maestre steineriane riconoscono che l'opera più difficile nell'educazione è educare se stessi: l'autoeducazione. Bisogna infine ricordare che il maestro, durante colloqui individuali o riunioni di classe alle quali partecipano tutti i genitori, grazie alla profonda conoscenza dei bambini e delle loro necessità, è in grado di offrire il suo sostegno pedagogico ai genitori. Un rapporto continuativo ed esteso all'intero ciclo prima/ottava consente alla scuola e alle famiglie di cooperare attivamente per il bene dei bambini.